Cura delle vertigini

e dei disturbi dell'equilibrio

La vertigine dà un senso di instabilità, di perdita di equilibrio. E' una fastidiosa sensazione: ci sembra di ruotare con la testa e con il corpo oppure si ha la sensazione che sia l'ambiente a ruotare intorno a noi.
Questo disturbo provoca a sua volta altri sintomi: nausea, vomito, tachicardia ed altri problemi fisici, mentali e psichici. Alcuni pazienti avvertono deficit momentanei della vista, difficoltà a camminare, formicolii agli arti, forti emicranie. Il malessere e la paura di cadere spesso portano il paziente in uno stato di depressione, ansia ed isolamento.
Il senso di vertigine, anche lieve, non va mai trascurato: vi consigliamo di consultare sempre uno specialista.

Il Dott. Bortolotti Federico, medico chirurgo otorinolarincogiatra, è specializzato nella cura delle vertigini e dei disturbi dell'equilibrio.

Il Dott. Bortolotti Federico visita presso il suo studio privato di Alessandria.

le cause

Patologie più diffuse

La vertigine non è una malattia, ma un sintomo del quale bisogna diagnosticarne la malattia. Il primo passo da compiere è sottoporsi ad una visita accurata da un medico specialista in Otorinolaringoiatria e ad esami strumentali specifici.

Le malattie che possono causare vertigini sono:

  • malattia di Mèniére;
  • labirintoliasi;
  • emicrania;
  • eventi traumatici;
  • artrosi cervicale;
  • intossicazioni;
  • sindromi menieriformi;
  • tensione muscolare;
  • disturbi psicologici;
  • disturbi cardiocircolatori.

diagnosi

Esami e test

Le vertigini si possono dividere in due grandi gruppi:

  1. la vertigine centrale: di origine celebrale;
  2. la vertigine periferica: ha origine dall'orecchio.

Lo studio del Dott. Bortolotti è particolarmente accreditato per la diagnosi e la terapia della vertigine periferica e dei disturbi dell'equilibrio

 

Per diagnosticare in modo certo la vertigine di tipo otologico sono necessari esami obiettivi e strumentali, ad esempio un esame obiettivo vestibolare, l'esame videooculoscopico, un'audiometria completa, l'esame ABR (potenziali evocati uditivi), la prova calorica, l'esame impedenzometrico ed altri test specialistici.

terapie

Trattamenti curativi e riabilitativi

Gli approcci terapeutici per la cura delle vertigini sono diversi, come diverse sono le cause del sintomo:

  • terapia farmacologica;
  • terapia chirurgica;
  • riabilitazione vestibolare;
  • terapia eziologica;
  • terapia patogenetica;
  • terapie complementari omeopatiche e omotossicologiche.

Le vertigini devono essere curate con terapie adeguate e personalizzate da paziente a paziente, valutandone l'efficacia nel tempo.

Le vertigini, se trascurate, possono creare non solo malessere, ma anche un vero e proprio stato invalidante: può influire negativamente sul livello di attenzione e concentrazione, modificare le abitudini e lo stile di vita, potenziare stati ansiosi e depressivi.
La labirintite, la vertigine e le patologie affini influiscono negativamente e sulla qualità della vita. Se non trattate non possono che peggiorare.

Share by: